Home pageHome Page | Glossario | FAQ (Domande Frequenti)

Prova gli strumenti

Piano di ammortamento francese
Strumenti per il calcolo del risparmio fiscale di ammortamento francese Strumenti per il calcolo del mutuo a partire da una rata prefissata Calcolatrice  per il calcolo del TAEG o ISC

Domanda mutui 2010: è inferiore la richiesta rispetto al 2009

Crif, azienda che gestisce la più grande banca dati di centrali rischi conosciuta come EURISC ha condotto e pubblicato uno studio sulla domanda di finanziamenti per la casa da parte degli italiani.

Dalla ricerca risulta che nei primi sei mesi del 2010 la domanda di mutui per l'acquisto prima casa è calata del 2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nei primi 6 mesi del 2009 si era invece registrato un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2008

Questa diminuzione è strettamente legata alla crisi economica che è iniziata nella seconda metà del 2008. Da uno studio risulta che le richieste di mutui sono tornate allo stesso livello del primo semestre 2007.

C'è però un dato interessante: è cresciuta la domanda di mutui di durata 20 o 25 anni ed anche l'importo medio del finanziamento richiesto che passa da 135mila euro a 140mila euro.

La domanda di mutui è stata fortemente sostenuta da surroghe e rinegoziazioni che è ormai un fenomeno consolidato. Alcuni dati relativi a ciò: sempre secondo Crif c'è un'incidenza delle sostituzioni nel primo semestre 2010 pari al 13,8% del totale contro una media del 24% raggiunta nello stesso periodo del 2009.

L'analisi condotta sulla variazione domanda mutui in base alle regioni italiane fa emergere il Trentino Alto Adige e l'Umbria come zone che hanno registrato gli aumenti più rilevanti.
All'altro capo della classifica abbiamo invece la Calabria, regione che registra il calo di domanda più evidente e subito dopo la Lombardia e la Toscana.

Sei alla ricerca di un mutuo personalizzato?